31 mag 2012

Emilio Fede profetico.

Non più tardi di ieri Emilio Fede dichiarava su Twitter:



Difatti il giorno dopo, il settimanale Oggi esce in edicola così:



Via Nonleggerlo.


p.s. poi qualcuno dovrebbe spiegare a Fede che in diverse occasioni in pratica risponde a se stesso. Ma magari quando avrà superato lo shock.

Metodo Boffo contro Beppe Grillo.

Libero scopre una serie di particolari scottanti sul passato di Beppe Grillo. Leggete bene, perché se minimo minimo avevate una simpatia per Grillo vi passerà subito.
La politica, da giovane, non gli interessava (recitare per le feste del Partito liberale, ma solo se pagato bene), mentre il suo pallino sembra fossero le donne. 
Capito che scandalo? Quando faceva l'attore voleva essere pagato bene e aveva il pallino delle donne. Come qualcun altro di cui non mi sovviene il nome. Vorranno mica andare a parare là? Ma figurati!

Il suo ex amico, e ora odiato nemico, Orlando Portento ama raccontare di quando Beppe nascondeva un registratore sotto il materasso per registrare i suoi amplessi con le ragazze che portava a casa.
 A parte il fatto che se Orlando portento è un odiato nemico di Beppe Grillo, forse non dirà cose proprio amichevoli sul suo conto, ma voi ve lo ricordate chi è Orlando Portento? Quello delle cammellate. Ma poi: quando l'ha detto? A chi? Che prove porta a supporto di quello che dice? Niente di niente di niente. 

La seconda moglie Parvin Tadjk, intervistata da Maurizio Crozza, ha ammesso che "Beppe controlla ogni singolo scontrino della spesa, una cosa davvero estenuante".
Mi raccomando, che in Parlamento ci siano pregiudicati ma mai uno che controlla gli scontrini della spesa.

Fin qui solo vizi privati. Gli stessi che Grillo ha sempre contestato allo "psiconano" Silvio Berlusconi.
Con la differenza che i vizi privati di Grillo non sono reati, come ipotizzano le procure; non ci fanno ridere dietro da tutto il mondo;

Da uno che parla sempre di politici indagati e condannati in Parlamento ci si immaginerebbe una fedina penale pulita e immacolata. E proprio qui casca l'asino (anzi, il Grillo). Perché il fondatore del Movimento 5 stelle l'8 aprile 1988 è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione a un anno e tre mesi, con la condizionale, per la morte dei coniugi Renzo e Rosanna Giberti e del loro figlio di 8 anni Francesco. Un incidente in macchina avvenuto l'8 dicembre 1981 dal quale Beppe Grillo riuscì a salvarsi con il suo manager Alberto Mambretti. Una tragedia che però i giudici considerarono almeno parzialmente imputabile a Grillo. Che ora reclama fedina pulita per i politici.
Innanzitutto io ho la fedina penale pulita e anche io la pretendo da chi mi rappresenta; in secondo luogo Beppe Grillo non vuole candidarsi in Parlamento, anzi ha detto proprio che in virtù di questa regola non potrebbe candidarsi, ma vuole solo che chi vi sieda non sia un pregiudicato.

In pratica il metodo Boffo in piena regola contro Beppe Grillo. E la cosa che mi colpisce è che anche il Venerdì di Repubblica ci caschi con un articolo di Raffaele Niri - riportato anche da Dagospia - in cui sostanzialmente si dicono le stesse cose.

Marò. Libero e i suoi sondaggioni ... ne sentivo quasi la mancanza.

Sentivo la mancanza dei sondaggi di Libero. Anche perché non appare più la sezione in prima pagina, vai a capire perché. Il sondaggio di oggi, è questo:


Che poi è una specie di domanda retorica quello che sostiene Gianandrea Gaiani in un articolo, sempre presente su Libero.it. Sondaggio che fa peraltro il paio con quello di seguito. Sondaggio con cui volevano evidentemente dimostrare quanto Monti stesse sulla punta dello stomaco ai loro lettori.



Che poi gli è andata male perché analizzando i risultati il risultato è il seguente:


Banche, Palazzo Chigi, Bocconi e Borsa riconducono indirettamente a Monti e insieme raccolgono il 30% delle preferenze a fronte del 41% del Parlamento ... dove c'è anche Silvietto.

30 mag 2012

Red Ronnie ed il fracking.

RED RONNIE DOPO 

ESSER STATO 
PICCHIATO DAI MAYA
Non so se Red Ronnie, alias Gabriele Ansaloni, lo faccia per farsi pubblicità, per ingenua inconsapevolezza o per chissà quale amore a farsi perculare, ma - dopo aver contribuito a far vincere Pisapia a Milano pur lavorando per la Moratti - alla prima scossa in Emilia ha parlato di Maya facendosi ridere appresso da tutta quella parte di Italia che non piangeva i propri morti. Ovviamente l'ha fatto spinto da Pisapia.

Adesso - dopo la seconda grande sequenza di scosse in Emilia - tritura le balle col fracking. L'ho sentito ieri a Un giorno da pecora mandare a quel paese con tono alquanto stizzito i conduttori che lo sfottevano. Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Se Red Ronnie invece di dedicarsi alla musica, come fa da 40 anni a questa parte, va appresso a quattro cazzari pseudocomplottisti è ovvio che uno lo sfotte. Ed è alquanto inutile che s'incavoli.

Dunque cos'è il fracking? Posso subito dirvi che non è una pratica sadomaso, ma, in sintesi, cito da Wikipedia, 
[Il fracking] ... è lo sfruttamento della pressione di un fluido, in genere acqua, per creare e poi propagare una frattura in uno strato roccioso. La fratturazione viene iniziata da una trivellazione eseguita in una formazione di rocce petrolifere, per aumentare l'estrazione e il tasso di recupero del petrolio e del gas naturale contenuti nel giacimento.
Nessun riferimento ai terremoti. Nessuno. Ammesso e non concesso, poi, che si effettuino questo tipo di scavi, vuol dire che la Pianura Padana sia piena di petrolio o di gas. Ad insaputa di tutti, ovviamente. Analogamente petrolio e gas vengono trasportati in gran segreto, vai a sapere come dove e quando, chissà dove.

Invece se scavi vi sono, sono di metano. Banalissimo metano. Ma niente fracking. Niente aziende texane, delle quali vorrei vedere i contratti firmati, niente trivelle, di cui vorrei vedere le foto, 

Ecco, caro Red Ronnie, prima di sparare sciocchezze in radio, magari poniti qualche domanda in più, e vedi che poi eviti di essere perculato.

Altrimenti non sei molto diverso da quello che ritiene che i terremoti siano indotti con HAARP e che seguano i tempi politici, mentre qui ho già smontato il sistema HAARP e francamente non mi sembra di dover aggiungere altro alle tesi sconclusionate di quei complottisti.

E adesso, caro Red Ronnie, prima di tornare a parlare di musica, manda a fanculo anche me.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Rignano Flaminio e la voglia di vendetta.

BARBARA D'URSO E LA SUA FACCIA DA
CANE  BASTONATO.
Marisa Pucci, Silvana Magalotti, Cristina Lunerti, Patrizia Del Meglio ed il marito di quest’ultima, Gianfranco Scancarello sono innocenti - per il giudice di primo grado - perché il fatto non sussiste.

La sentenza di primo grado dei giudici che hanno stabilito dell'innocenza o della colpevolezza di maestre e delle bidelle di Rignano Flaminio è stata chiara: non esistono altri elementi oltre le dichiarazioni dei bambini. Significa che tutti gli imputati sono innocenti perché il fatto non sussiste.

I genitori dei bambini, invece di essere contenti del fatto che i figli non sono stati violentati, stanno ancora lì a puntare il dito contro coloro che ritengono i colpevoli. E chi se ne fotte dei giudici. Sintomo del fatto che sia una convinzione/paura dei genitori quella che i figli siano stati violentati. Il che spiegherebbe il meccanismo che ha indotto poi i figli, a suo tempo, a fare quelle dichiarazioni accusatorie. Meccanismo che prima ancora la Cassazione aveva individuato per scarcerare gli indagati. I bambini piccoli assorbono come spugne le paure dei genitori, oltre ad essere manipolabili senza tante obiezioni.
Secondo Raffaella Colombo, infatti:
«Un bambino, in genere, vuole far piacere all’adulto, essere dalla sua parte, compiacerlo. A meno che non abbia dei motivi particolari per essergli ostile. Tutto può dipendere, quindi, da come gli sono state poste le domande. ...

Sappiamo che, normalmente, un genitore che sospetti che il figlio ha subito dei maltrattamenti non si limita a domande effettivamente interrogative, in grado cioè di lasciare aperta ogni possibilità di risposta quali, ad esempio: “cos’è successo?”. Al contrario, il suo essere allarmato lo porterà a fare domande precise, e ad assumere un atteggiamento ansioso, minaccioso, incalzante. Invece di chiedere: “Dove ti ha toccato?”, domanderà: “Ti ha toccato lì? In quel punto?”. Il bambino, o per compiacerlo o, semplicemente, per farlo smettere, risponderà “sì”»

Se tutto dovesse diventare definitivo, fossi in Marisa Pucci, Silvana Magalotti, Cristina Lunerti, Patrizia Del Meglio e  Gianfranco Scancarello, intenterei una bella causa per lite temeraria e li spennerei da capo a piedi.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

29 mag 2012

Groupalia choc e sciacalli vari. Un bel defollow?

Io sono un'inguaribile ottimista, penso sempre che certe lezioni servano e penso sempre che chi ha a che fare con un pubblico vasto sia anche preparato a sapersi comportare di conseguenza.

Perché va bene la pubblicità, va bene l'ambizione di guadagnar bene, ma sinceramente non penso si possa andare oltre certi limiti di buon senso e di decenza.

Rimango sempre un po' spiazzato quando vedo certi approfittatori. 

Per esempio Groupalia prova a lucrare sul terremoto con un tweet a dir poco vomitevole. Con tanto di hastag (#). L'intenzione era proprio quella di farsi pubblicità.


Le scuse tardive sono solo un palliativo, un parziale rimeidio al guaio combinato.


E purtroppo non sono i soli




Anche in questo caso seguono le scuse
 

Ma in questo caso si dà la colpa ad un singolo dipendente. Senza nè nome nè cognome. In pratica sciacalli a loro insaputa. Minacciano provvedimenti. Ma a parte che a distanza di 3 ore ancora devono cancellare il tweet incriminato (dovrebbero prendere lezioni dalla Gelmini), a questo punto se veramente è come dicono dovrebbero intentare una causa per danni verso il dipendente che ha creato loro questo danno d'immagine pazzesco e farsi risarcire. Scommettiamo che non lo faranno?

Non ho molti altri commenti. Se volete, innanzitutto un bel defollow collettivo, in alternativa scrivete a Groupalia e a Brux Sport e fatevi sentire.

Tramite il Popolo Viola e Mazzetta.


p.s. dopo oltre 3 ore Brux Sport rimuove il tweet incriminato. Era anche ora.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

28 mag 2012

Assad vi ricordo che è Cavaliere di Gran Croce.

ASSAD: CAVALIERE DI GRAN CROCE
DELLA REPUBBLICA ITALIANA
Mentre le prime pagine dei giornali sono per lo scandalo calcio scommesse, in Siria da 14 mesi a questa parte si consuma una strage. Si parla di 13 mila vittime. Nella strage di Hula oltre 300 civili uccisi tra cui diversi bambini.  Ad Hama 33 i civili morti, invece.

Non voglio dilungarmi troppo: se siete in trepidante attesa per sapere se la vostra squadra del cuore ha truccato le partite e sarà retrocessa, sarei indelicato a parlarvi di morte.

Mi preme solo ricordare a tutti voi, che ad Assad e a diversi altri tiranni, la Repubblica italiana ha ben pensato di conferire la massima onorificenza italiana: il cavallierato di gran croce decorato di cordone.

La qual cosa, tra uno scandaletto e l'altro, nel silenzio più totale (ha rilanciato il mio articolo solo Byoblu).


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

27 mag 2012

Mariastella Gelmini, Nunzia de Girolamo e il Pdl che fa acqua ...

Mariastella Gelmini sul suo account twitter, manda un tweet che a prima vista sembra decisamente compromettente ...

Il Giornale out il sito internet ... staranno combinato casini?

Attorno alle 10:45 (e tuttora al momento in cui scrivo) l'home page e tutti gli articoli de il Giornale.it appaiono così come vedete di seguito:



E anche se non ne sento per ora la mancanza, penso alle recenti minacce ricevute al Giornale dalle BR. Ma nel qual caso avrebbero già dato notizia agenzie di stampa e tutto l'ambaradan. Analogamente se fossero stati quegli scherzosoni di Anonymous.

Ma non è da trascurare l'ipotesi che ieri sera abbiano bevuto troppo e stamattina qualcuno ancora un po' alticcio abbia combinato casini.



Aggiornamento - 
Alle 11.47, dopo più di un'ora, il Giornale di nuovo on line per pochi istanti, poi di nuovo come sopra. Staranno combinando casini?

Alle 12:30 il Giornale on line, pare stabilmente, ma ufficialmente aggiornato alle 09:33 anche se appaiono articoli successivi

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

26 mag 2012

E mo' per Formigoni so' cazzi ... chi era lo sfigato?

Daccò smentisce Formigoni e i suoi conguagli. Ma nel frattempo risuonano ancora nella mia mente le parole di Formigoni:



Oppure quando tolse il microfono alla giornalista facendo il professorino indicandole delle scuole di giornalismo e ricordandole la deontologia del giornalista.



O Ombretta Colli che dice: suvvia, chi non ha mai passato qualche giorno su uno yacht.

Insomma, Robertino, 'sti conguagli?  E le vacanze che ti eri sempre potuto permettere? Chi era lo sfigato?



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

25 mag 2012

Stefania Craxi lettera aperta.

Gentile Stefania Craxi,

ho letto con un misto di stupore e rabbia la sua lettera in cui lamenta che suo padre Bettino non venga ricordato nella toponomastica cittadina di Milano, mentre Berlinguer sì.

Premetto che l'affetto di un figlio verso un padre è più che comprensibile, ed è comprensibile che quest'affetto vada oltre molte cose che - se si trattasse di rapporti umani meno intensi - altrimenti finirebbe. Ma ogni cosa ha un suo limite. Ci sono persone, pensi a Peppino Impastato, che hanno rinnegato la propria famiglia in quanto in persistente condizione di illegalità. Diciamo che comprendo, però, il Suo affetto verso Suo padre.

Il lamentarsi - come fa lei quasi con fare piagnucolante - sembra quasi quella lamentela che un po' tutti, da bambini, abbiamo fatto almeno una volta: perchè lui si e io no? Mi duole ricordarle, a costo di esser scortese, che lei non è più una bambina. Piacerebbe anche a me esserlo ancora, e ancora una volta diciamo che ha la mia comprensione. Ma siamo adulti. E faccia la cortesia di comportarsi da adulta.

Vogliamo parlare di Bettino Craxi? Parliamone. Sotto il profilo politico, Craxi ha fatto ben poche cose buone: si è opposto al nucleare, ha demolito la scala mobile, data l'inflazione elevatissima, poi arrivata a livelli accettabili. Ma con la conseguenza negativa di slegare gli stipendi dal reale potere d'acquisto.

Ma le cose peggiori superano di gran lunga le cose positive: in sintesi la condizione di estremo debito pubblico che ci ritroviamo è maturata prevalentemente sotto il suo Governo. E lo stiamo ancora pagando noi.

In politica estera sostenne i dittatori in Argentina durante la guerra delle Falkland - unico paese in Europa -  oltre a sostenere Siad Barre. Che - sebbene socialista - era un dittatore. E sempre in tema di dittatori, nell'aprile 1986 Bettino Craxi, tramite l'allora consigliere diplomatico Antonio Baldini, avvertì Gheddafi del raid americano che di lì ad un paio di giorni sarebbe avvenuto.

Il tutto senza contare le condanne penali: 5 anni e 6 mesi per corruzione nel processo ENI-SAI e 4 anni e 6 mesi per finanziamento illecito per le mazzette della metropolitana milanese.

Per tutti gli altri processi in cui era imputato (alcuni dei quali in secondo o in terzo grado di giudizio), è stata pronunciata sentenza di estinzione del reato a causa del decesso dell'imputato. Ed erano in ballo un'altra ventina d'anni di galera tra i diversi procedimenti all'epoca della sua morte ancora in corso.

Bettino Craxi - al netto delle sue colpe giudiziarie - non è stato questo grande politico e le consegueze negative delle sue scelte le patiamo tuttora. Lo lasci riposare in pace e - ci usi la cortesia - di lasciar riposare in pace anche la sua vanagloria che periodicamente la spinge a voler far intitolare una strada a Bettino Craxi.

Si accontentasse delle strade già a lui intitolate*. Che sono pure troppe.


* Precisamente le città sono: Valmontone, Lecce, Botrugno, Marano Marchesato, Scalea, Aulla (in cui è presente anche una statua di Craxi, oltre che una piazza) e Sant'Angelo Romano e Lissone (segnalata da un Anonimo).

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

24 mag 2012

Anderson Cooper Human Barbie e la metafisica trascendentale.

Accade che Anderson Cooper, giornalista e anchorman americano, inviti nella sua trasmissione (per l'appunto Anderson) Sarah Burge meglio conosciuta come Human Barbie, a causa delle continue operazioni chirurgiche che costei ha affrontato per assomigliare alla versione umana di Barbie. 

Accade anche che Sarah Burge ha già da tempo reso noto che farà in modo che anche la figlia di otto anni segua le sue orme con una serie di operazioni di chirurgia plastica. E quindi è legittimo supporre che Anderson Cooper fosse a conoscenza di tali intenzioni. Anche perché non c'è altro motivo per invitare in trasmissione questa donna che, per sua scelta, è diventata un fenomeno da baraccone, un oggetto, in barba a tutte le lotte femministe degli ultimi cinquant'anni.

Solo che, Anderson Cooper, poco dopo l'inizio dell'intervista e precisamente poco dopo aver ascoltato che Human Barbie avrebbe fatto impiantare delle protesi al seno alla figlia ha interrotto l'intervista e cacciato a pedate (metaforiche) l'ospite (qui il video in originale).

Mi chiedo solo quale argomento volesse trattare l'anchorman: l'astrofisica nucleare?

Sara Tommasi nuda di nuovo ... ma del signoraggio nessuno se ne fotte.

SARA TOMMASI FA RIPETIZIONI DI ECONOMIA ALLA SORELLA
DI BALOTELLI.
Non poteva mancare l'ennesimo video di Sara Tommasi nuda. Lo schema è quello solito: musica da film horror da serie D, Saretta tutta nuda che parla di signoraggio bancario con un tono di voce  che è quello di chi non ha a più vaga idea dell'argomento di cui parla. Come se Totti parlasse di fisica nucleare.

Dinanzi a tanto squallore vorrei intanto dire che mancano di innovazione: insomma hanno un po' stancato. Sempre la stessa musica, gli stessi personaggiucci, lo stesso modus operandi. E' come vedere un film giallo dieci volte consecutivamente. Alla fine sai già il colpevole.

Poi, caro Marra, se per dare risalto al signoraggio bancario c'è bisogno della nudità stai fresco caro mio. In realtà quando escono di questi video così pessimi nessuno se ne fotte del signoraggio bancario, ma giù tutti a parlare di Sara Tommasi. E a percularla. Si esattamente come sto facendo in parte io.

In ultimo, caro Alfonso Luigi Marra, spero che lei - o chi per lei - eviti di mandarmi via commento i suoi logorroici comunicati stampa. Visto che non sono il suo ufficio stampa gradirei evitare, salvo che lei o chi er lei non intenda rimpinguare le mie magre finanze.

Ma mi si consenta di dubitarne.

23 mag 2012

Sembra giornalismo ... invece è solo becero razzismo.


Non ho molto da aggiungere se non dire che l'ho trovato qui.

Giovanni Falcone Paolo Borsellino e la pena di morte.

Su Twitter, ma non solo, si parla del ritorno della pena di morte per l'attentatore della scuola Morvillo-Falcone. Senza quasi fare il processo. Che per estensione diventa la pena di morte per gli assassini. Che, paradossalmente, potrebbe portare alla totale arbitrarietà delle pene.

Il che è l'esatto contrario di quanto dovrebbe essere previsto in uno stato di diritto quale è l'Italia che prevede che la pena sia vista come rieducazione. Ed è, peraltro, l'esatto contrario del motivo  per cui hanno sacrificato la loro vita Falcone e Borsellino. Che, tra l'altro, si ponevano con estremo rispetto per le persone, anche se queste si erano macchiate di crimini gravi.

Il modo migliore per ricordarli, non solo il giorno dell'anniversario sarebbe provare ad imitarli almeno un po' nel rispetto delle persone, anche se colpevoli di crimini gravissimi, oltre che avere il rispetto del diritto. Ma lo so che chiedo troppo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

22 mag 2012

Hanno sbattuto il mostro in prima pagina ... e ora chi glielo dice che è innocente?

Nel pomeriggio tutti a parlare di killer o presunto tale semplicemente perché era stato ascoltato in procura. E ora chi glielo dice, visto che volevano anche linciarlo e su Facebook non hanno aspettato molto a farlo?

Ho ritenuto di oscurare il nome dove presente, per non reiterare l'obbrobbrio. Tra un presunto e la sicurezza intanto hanno fatto nome e cognome. E Sandro Ruotolo ci mette anche l'indirissssss.









Altre segnalazioni potete inviarle qui.

Aggiornamento: qui le scuse di Giornalettismo.it

21 mag 2012

Matteo Salvini ci credeva

Povero Matteo Salvini, ci credeva.



Aggiungi didascalia


E adesso, ovviamente, la colpa è delle inchieste. Un proverbio rende ottimamente l'idea: chi è causa del suo mal, pianga se stessi. E ora, caro il mio Salvini, fora da i ball.



p.s. trovate la lungimiranza di Salvini anche su Nonleggerlo, che ringrazio per la citazione.

Ballottaggi: segnali chiarissimi per il Partito Democratico.

LA REAZIONE DI FASSINO
QUANDO GLI HANNO DETTO
DEL MIO POST
Avevo già parlato giorni fa del Partito Democratico e dei risultati delle elezioni amministrative. I risultati del secondo turno parlano molto chiaro e confermano quello che pensavo.

Innanzitutto che la Lega Nord è allo sbando, persi il 100% dei ballottaggi, quindi una buona parte del centro destra è sfasciato. Anche il PDL è in crollo verticale. E l'UDC, insieme all'Api, si spartiscono le briciole.

Detto questo il Partito Democratico vuole accreditarsi come vincitore assoluto, ma non è proprio così: a Genova vince Marco Doria, esponente di SeL, che era riuscito a vincere le primarie di coalizione contro due esponenti del PD. Il quale quindi ha perso in partenza. Qualcosa di analogo avviene a Taranto, Monza e Piacenza: la coalizione vincente è PD+IdV+SeL.

A Palermo vince Leoluca Orlando, coalizione IdV-SeL contro Ferrandelli del PD, il quale, dopo aver battuto la candidata scelta da Bersani (che ha quindi riperso) da solo ha preso il 17% al primo turno, il 27% al ballottaggio. Senza contare che le buscarono anche con Rita Borsellino.

A Parma l'exploit del M5S adesso dovrebbe anche essere visto dalla cieca di Sorrento, figurarsi da Napolitano. E ovviamente a perdere è il Partito Democratico.

Adesso se i dirigenti del Partito Democratico non son del tutto idioti, ciechi politicamente, o suicidi (e la qual cosa ben potrebbe accadere), dovrebbero fare tre cose: la prima, azzerare la dirigenza e rinnovarla in toto, visto che le scelte di diversi candidati è stata bocciata alle primarie, la qual cosa è decisamente segno di costante incapacità politica. 

La seconda cosa da fare,dopo il parziale successo alle amministrative appena passate, è quella di allearsi, per le prossime politiche, con l'Italia dei Valori e Sinistra e Libertà e non con Casini. E' l'alleanza che ha dato maggior successo.

In ultimo dovrebbero adesso evitare di dimostrare che Beppe Grillo è peggio di loro ... ma solo che loro son migliori - eventualmente - di Grillo.

Ma sinceramente dubito che la dirigenza del Partito Democratico sia così intuitiva e sveglia da seguire questi consigli.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

20 mag 2012

Terremoto in Emilia Romagna: tra Red Ronnie e Scilipoti.


TORRE DELL'OROLOGIO DI
FINALE EMILIA
Tutti, stamani al loro risveglio hanno avuto la consapevolezza di un terremoto devastante in Emilia Romagna, avvertito in tutta l'Italia centro-settentrionale. Ma c'è chi ritiene che in realtà vi sia un complotto. Classiche motivazioni di chi vuole farsi pippe mentali, senza peraltro avere alcuna cognizione di causa.

E veniamo al sistema Haarp. Tra poco capirete perché: in sintesi il sistema Haarp è un impianto capace di trasmettere onde elettromagnetiche, provocando deboli perturbazioni, allo scopo di studiare in che modo queste perturbazioni influiscono sulle comunicazioni a breve e a lunga distanza. Orbene la maggior parte delle ricerche sono di dominio pubblico, potete per esempio consultare il sito internet. Ma una parte delle ricerche, a scopo militare, sono comprensibilmente segrete.

Potevano mancare i complottisti? No non potevano certo mancare. Che è successo? E' successo che qualcuno ritiene che i terremoti siano provocati dal sistema Haarp modificando il campo magnetico terrestre. Paolo Attivissimo e Gianni Comoretto hanno già smontato punto per punto tale tesi.  


Vediamo in estrema sintesi la situazione: citando il suddetto articolo di Comoretto possiamo leggere che:
il campo geomagnetico è generato nel nucleo terrestre, a molte migliaia di km di profondità, dove i segnali di HAARP non hanno la minima possibilità di arrivare. La più piccola tempesta geomagnetica, innescata dalle particelle del vento solare, ha energie che sono migliaia di volte quella di HAARP e questi fenomeni non hanno nessun effetto sui terremoti.
COMMENTI COMPLOTTISTI SUL PROFILO FB DI LO SAI
Basterebbe questo per farvi capire l'impossibilità della tesi. E invece di fianco leggete belli belli un paio di commenti di gomblottisti che sono convinti, con pregnanti motivazioni, che sia colpa di HAARP.

Ma poi, in secondo luogo, come può un segnale in Alaska muovere la terra in Giappone o, come nel caso di oggi, nel nord Italia? Vai a capire.

Ma indovinate un po' chi il 22 febbraio 2011 ha presentato una pregnante interrogazione parlamentare sul sistema Haarp e anche sulle scie chimiche? No no, dico, indovinate un po' se ne siete capaci. Proprio lui: Domenico Scilipoti. Voi forse non ricordate che cosa accadeva in quei giorni: si può dire che quel giorno scoppiò la guerra civile in Libia, e di quel giorno era la notizia di 300 mila esodati. Ma Scilipoti, uomo responsabile, si preoccupa dell'Haarp.

Invece oggi, il Tg1 fa servizio pubblico e presenta un'intervista eccezionale in relazione al terremoto: nientepopodimenoché: Red Ronnie, il quale giustamente ci dice che i Maya ci avevano azzeccato.






Ah in tutto questo, tra una battutaccia di Venturi sulla Padania che si stacca e l'altra ci sono 6 morti e migliaia di sfollati e come dicono ad Oxford me ne sbatto il kaiser dei Maya.


p.s. vi siete chiesti dove sono tutti i maghi, maghetti e astrologi?

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

19 mag 2012

Attentato scuola Brindisi. Quando lo squallore non ha limiti.

Troppo presto per parlare di strategie, di colpevoli, di condanne. Le informazioni si susseguono minuto dopo minuto. Lasciamo il lavoro di indagine a chi di dovere. Ma ci sono cose che nella frenesia hanno mostrato come la stampa italiana possa squallidamente approfittare di quest'evento così tragico.

Al di là della retorica più trita e ritrita, penso al gioco del pallottoliere con le vittime: per più di un'ora non si è saputo bene se le vittime fossero una o due.

Penso poi al Corsera e a Libero che saccheggiano il profilo Facebook di Melissa Bassi per pubblicare la fotogallery. Non saprei come definire questa scelta. Non contento, Libero, sul suo profilo Twitter, nella mattinata pensa bene di pubblicare le seguenti notizie:


Faccio mio, in ultimo, l'appello di questo blogger, che chiede a Repubblica quanto meno di togliere il banner pubblicitario da sopra il titolone dell'attentato alla scuola.
 


Non fatemi aggiungere altro perché oltre al dolore per l'attentato sono in preda allo schifo più profondo. E potrei non rispondere di me.

AGGIORNAMENTO.





Tramite il blog di Massimo Mantellini.

AGGIORNAMENTO
Lo squallore del TgCom



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

18 mag 2012

Umberto Bossi per lui nessuna compassione. Solo indifferenza.

UMBERTO BOSSI SALUTA CORDIALMENTE
Una persona come Umberto Bossi, se non fosse stato per anni il leader della Lega Nord, provocherebbe un forte shock emotivo. Una persona sola, malata, tradita anche dai suoi famigliari e dalle persone di cui si fidava. Vede il proprio partito cadere a pezzi.

Ebbene, amici cari, le sue lacrime, la sua solitudine e la sua malattia mi lasciano del tutto indifferente.

17 mag 2012

Umberto Bossi La prima pagina del secolo ... forse del millennio.

La Padania di oggi titola così:


Ovviamente nessun riferimento ad Umberto Bossi se non scritto in piccolo che sia indagato senza specificare niente di che, e nessun riferimento specifico ovviamente ai figli, Trota e Trota Jr. che s'intascavano, pare, 5000 euro al mese. Se ne parla solo alle pagine interne.

Strano, una notizia che non è per nulla apparsa sugli altri giornali:








Ribadisco un concetto già detto in altre occasioni, ultima delle quali ieri: se si volesse usare lo stesso metro di paragone usato per Rosy Mauro e Francesco Belsito, in Lega Nord Umberto Bossi, Renzo Bossi e Riccardo Bossi dovrebbero essere cacciati a pedate nel culo alla velocità della luce.

16 mag 2012

La foto che inguaia la Umberto Bossi & co.

E questa volta non è un complotto di Roma Ladrona, ma è la procura di Milano che indaga: truffa ai danni dello Stato a carico di Umberto Bossi, mentre Trota e Trota jr. sono invece indagati per appropriazione indebita in relazione alle loro spese personali, pagate, sempre secondo i magistrati, con i fondi del partito.

Nel frattempo si fa sentire anche Maroni, che sul suo profilo Facebook vuole mandar via i ciarlatani ed i ladri.

Se volessero esser presi sul serio, Bossi & family dovrebbero sparire completamente finché la questione non venga risolta dalla magistratura. Sempre che, invece, non si voglia reagire ipocritamente come fatto finora

A volersela dir tutta, Bobo Maroni è il primo della lista a dover essere cacciato dalla Lega, visto che ha definito parte del proprio elettorato baluba con la barba e visto che appoggiava Renzo Bossi quando era in auge.

Ma si sa, i baluba dimenticano ed ora Maroni sembra il nuovo che avanza.


Via Un Fico Secco.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Avrò il resto della settimana allegra.

Ieri pomeriggio ero a via Benedetto Croce, in pieno centro storico, a Napoli e scherzavo con una carissima amica che mi aveva raccontato di una figura mitologica passata di lì poc'anzi: una ragazza, col fascino di un rinoceronte e l'eleganza di Borghezio, vestita di rosso non si sa per cosa. Sembrava un matrimonio, ma il rosso è il colore della laurea. Vai a capire.

Ero convinto che, contrariamente alla sua vita notoriamente morigerata, questa mia amica avesse pippato qualche sostanza mai vista prima, che so la paprika, il pistacchio o chissà cosa. In realtà aveva ragione. Ed il bello è che era anche sobria. Difatti dopo un po' passa questo trogolo con un vestito che lasciava spalle, scapole e decolltè e tatuaggi scoperti, vestito di colore rosso, con pettinatura da lasciar intendere lo scarso uso di shampoo, avrà uno spirito ambientalista, sottogonna bianco che emergeva di un centimetro sì e no, ma soprattutto le Converse ai piedi ed una mega coccarda nera ad altezza anca sinistra. E con lei tutti gli invitati avevano le Converse e un aspetto un po' emo, un po' trasandato. Anche se facevano finta di non conoscersi col trogolo di cui sopra, erano peraltro riconoscibilissimi.

Dato che in precedenza, prima del mio arrivo, la mia amica sbirciava mentre la sposa faceva le foto, al suo ritorno ci fa:
Eccomi qua adesso me metto qua così me potete vedere bene.
Non sembrava per nulla napoletana. Comunque con somma delicatezza si solleva la gonna fino al ginocchio e la lascia ricadere con malagrazia, mettendosi in posa da comodino azzoppato. 

Peraltro, nel far ciò, lascia intravedere le Converse, un po' di cellulite e un centimetro di sporco sul vestito, cosa che capita quando essendo poco dotati di altezza ma abbastanza in larghezza, il vestito di cui sopra funge da pezza per lavare a terra per qualche centinaia di metri lungo la strada.

Al che la conversazione con me e la mia amica è stata surreale:
- Matrimonio o laurea?

- Matrimonio matrimonio ... e che alla laurea ce vado vestita così?

Al che avrei voluto dirle che molte persone avrebbero vergogna ad andar vergogna ad andar vestite così anche a Carnevale.

- No è che vedevo il vestito rosso, che è il colore della laurea ...

- E mo' me metto un cartello SONO UNA SPOSA...

- Beh è meglio, così capiamo. E tuo marito? Già s'è dato?

Al che esce il marito, abillmente mimetizzato tra la folla per non farsi associare alla moglie. Vestiva con una camicia color vinaccia, ben abbinata ad analogo colore della faccia, vestito e cravatta scuri. Si fa vedere, a rischio della propria dignità e della propria salute. Ovviamente dei genitori degli sposi nessuna traccia, e vai a capire perché dinanzi ad una così sobria manifestazione.

Ah, beninteso: hanno voluto fare gli alternativi ma dove veramente potevano sbizzarrirsi erano le foto ... ebbene le foto le hanno fatte esattamente dove le fanno tutte le spose a Napoli. Perplesso sempre più.

Sta di fatto che passerò il resto della settimana allegro pensando a questa finta alternativa che almeno ha avuto il pregio di far ridere me e la mia amica.

15 mag 2012

De Pedis, Welby e tutti i buoni motivi che allontanano dal cattolicesimo.

DE PEDIS, MEMBRO DELLA BANDA
DELLA MAGLIANA, SEPOLTO
A SANT'APOLLINARE
Uno dei motivi che allontana i fedeli dal Cattolicesimo sia il fatto che quest'ultimo, per mezzo di diversi suoi esponenti che dovrebbero essere d'esempio, si dimostra incoerente con gli insegnamenti che pretende dalla povera gente. Basta scorrere le notizie di questi giorni.


Fa notizia che nella tomba di  De Pedis, componente della banda della Magliana, non vi siano i resti di Emanuela Orlandi, ma non che costui sia sepolto nella Basilica di Sant'Apollinare.


E chissà come mai il Cardinal Ruini non sia altrettanto sollecito nel chiederne la rimozione, come lo fu nel negare i funerali a Welby. Che poi potremmo discutere sul fatto se sia vita o meno quella passata per decenni attaccati ad un respiratore.

PIERGIORGIO WELBY
Il Papa, Ruini ed i loro compari, tra le altre cose, nulla hanno eccepito quando è stata considerato maturo il tempo per una messa in suffragio di Mussolini, ma non maturo il tempo per una messa in suffragio di Peppino Impastato.

Per tacere dei preti pedofili troppo spesso nascosti, dello IOR e delle nefandezze ecclesiastiche tutte, nonostante le enormi ricchezze in sfregio del voto di povertà e nonostante le quali il Vaticano, per esempio, non partecipò nemmeno in minima parte agli 11 milioni di dollari sostenuti dal Messico per ospitarlo.


Quindi, non tanto, e non solo, qualche singolo prete sbarbatello o qualche singolo vescovo (emerito) pontifesso. Ma è qualcosina in più.

Poi dici che uno si sbattezza.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

14 mag 2012

Pensare in modo libero.

È possibile pensare in modo libero? Qui le risposte sono le più diverse, ma io vi rispondo con un'altra domanda: libero da cosa? Tutti voi mi direte dai condizionamenti esterni o tante bellissime cose simili.

Ma questa è una versione dei fatti che risponde ad una mentalità politically correct.  Non mi appartiene questa mentalità. Per carità c’è sempre un modo per dire le cose. Ma dire le cose per convenienza non è il caso.

Backlinks su Pensare è gratis.

StatsCrop